Nel processo storico stiamo vivendo, concomitante all’enorme accelerazione tecnologica, un periodo di intensa complementazione planetaria. L’ultima grande rivoluzione si è prodotta con il salto dato dallo sviluppo digitale che ha velocizzato enormemente la comunicazione e il passaggio dell’informazione a livello massivo. Concomitantemente va cambiando la forma stessa dei rapporti umani e la percezione del tempo storico.

Questa mondializzazione nella quale siamo immersi è tale per cui le sorti di un luogo non possono più essere indipendenti da quelle di altri luoghi. Il processo in corso va ponendo l’umanità sempre più verso un destino planetario necessariamente condiviso. E seppure questo non significhi che vi sia sempre un dialogo costruttivo, implica, comunque, una condivisione dell’ambito mondializzato in forma sia geografica che virtuale. In tal senso la multiculturalità diviene di fatto un dato irreversibile.

Siamo in un crocevia storico di grande importanza in cui prevale un trasfondo psicosociale che si esprime come: forte disorientamento, destabilizzazione psichica ed esistenziale e incertezza verso il futuro. In particolare stiamo transitando in un’epoca (il cui cambio è stato marcato dalla rivoluzione digitale) in cui tale trasfondo psicosociale tende ad accentuarsi. Sono evidenti i pericoli che tutto questo comporta ma è altrettanto evidente, per la stessa meccanica storica, che gli sviluppi, negativi o positivi, della situazione attuale, saranno opera delle generazioni che gestiranno il futuro più immediato e quello più a lungo termine del pianeta.

In tal senso acquista importanza la funzione dell’avvicendamento generazionale nel processo storico e, circa gli sviluppi della situazione attuale, di quelle generazioni che sono prossime a farsene carico.

Contatto: lorenzo lucchesi

Organizzatori:

Paolo Papi
Alphaobservatory

Programma:

Presentazione del tema e gruppi di interscambio e studio

per più info e partecipare